Salta il contenuto
Prezzo sempre trasparente: qualunque sia il metodo di pagamento selezionato, non applichiamo nessuna tariffa aggiuntiva al check-out
Prezzo sempre trasparente: qualunque sia il metodo di pagamento selezionato, non applichiamo nessuna tariffa aggiuntiva al check-out
Come igienizzare il condizionatore col coronavirus

Igienizzare il condizionatore in tempo di Coronavirus. Consigli utili

L'estate ormai è alle porte e in tempo di Coronavirus l'igiene dei condizionatori è di cruciale importanza per la tutela della salute, sia in ambienti lavorativi che a casa. 

I condizionatori prelevano l'aria dall'ambiente circostante e la raffreddano attraverso l'azione di un gas refrigerante. Senza una corretta sanificazione sia delle unità esterne che di quelle interne, polveri, agenti inquinanti, batteri, o addirittura lo stesso Covid-19 potrebbero essere diffusi nell'abitazione e mettere a rischio la nostra salute. 

I consigli per l'igiene del condizionatore

Per utilizzare in tutta sicurezza il tuo condizionatore, basta eseguire delle semplici operazioni di manutenzione ordinaria, che non necessitano l'intervento di uno specialista, anche se dipende dalla tipologia di impianto.

Ricordati di indossare dei guanti, soprattutto se è da tempo che non effettui la pulizia del tuo condizionatore!

La varietà di modelli e tipologie di condizionatori è estremamente ampia e, in alcuni casi, è richiesto l’intervento di personale qualificato, come per i modelli che hanno filtri in carboni attivi, agli ioni o a griglie elettrostatiche. La maggior parte dei condizionatori, però, utilizza filtri in PVC e questi possono essere facilmente igienizzati senza il supporto di specialisti. 

Il primo passo è localizzare il vano per l’accesso ai filtri. Per i condizionatori da parete, in genere vi è uno sportello in relazione agli split dai quali viene erogata l'aria: i filtri in PVC si trovano sotto la griglia, che puoi sollevare tramite gli appositi ganci o svitando le viti correlate. I condizionatori portatili, quelli da tavolo o verticali, invece, potrebbero avere accessi laterali o posteriori.

Una volta estratto il filtro, seguendo con attenzione le istruzioni del produttore, elimina gli accumuli di polvere e sporco, anche con l’aiuto di un pennellino. Per una pulizia più accurata, puoi spruzzare uno spray igienizzante, come questo, direttamente sul filtro, mantenendo una distanza di circa 20 cm.

 Condizionatore pulito

La pulizia degli erogatori va fatta a macchina spenta. Una volta rimontato il filtro, aspetta 5 minuti per l'accensione della macchina, avendo cura di arieggiare il locale per qualche minuto.

Quando va effettuata la sanificazione dei condizionatori?  

Non esiste una regola fissa per la sanificazione dei condizionatori. Di norma, si consiglia l'igienizzazione dei condizionatori a cavallo tra la primavera e l'estate, e in autunno. Se utilizzi il condizionatore anche come pompa di calore, e quindi durante tutto l'anno, è meglio pulire i filtri almeno ogni due mesi.

Inoltre, in questo periodo, evita l'utilizzo della funzione di ricircolo dell’aria, come indicato dall’Istituto Superiore di Sanità, soprattutto in ambienti frequentati da più persone, come uffici o negozi, perché potrebbe favorire lo spostamento di eventuali agenti patogeni e dello stesso Covid-19. Fai areare con una certa frequenza, anche più volte al giorno, le stanze in cui utilizzi i condizionatori e se necessario esegui la sanificazione dei condizionatori con una maggiore frequenza.

Articolo successivo Cos'è e come accedere al Conto Termico 2.0
Articolo precedente Guida alla scelta della caldaia - MIss Clima consiglia